Live

...spettacoli didattici musicali, workshop, festival: un cantiere creativo in continua evoluzione per oltrepassare schemi e confini tradizionali e dare vita a performance uniche, sperimentali, innovative.


Improvvisamente

(SPETTACOLO PER LE SCUOLE)

Uno spettacolo didattico-musicale la cui anima è l’improvvisazione. Un viaggio sonoro interattivo dove la libertà di espressione e la propria dimensione creativa sono fondamentali. Ogni spettatore è invitato a portare con sé qualsivoglia oggetto di uso comune (una scatola di cartone, una latta, un contenitore di plastica, ecc.) e prendere parte in modo attivo alla rappresentazione. Il fine è quello di abbattere le barriere tra pubblico e performer, creando una musica senza genere, senza confini, senza preclusioni. Il risultato? Un’esperienza artistico-didattica estemporanea, unica, sempre diversa e - dunque - irripetibile, facendo la differenza con ciò che solitamente viene differenziato.

Durata: 1h


Canzoni di cielo, terra e mare

(WORKSHOP)

Incontro sulla figura di uno dei più apprezzati cantautori italiani contemporanei, Vinicio Capossela. Attraverso una prospettiva ludico-musicale dinamica e originale, nel corso dell’appuntamento (suddiviso in tre atti e interamente dedicato a temi molti cari all’artista quali il cielo, la terra e il mare), i piccoli e grandi partecipanti saranno coinvolti con suoni, rumori, strumenti convenzionali e non, e poi ancora bidoni, voci, corde, pelli - in un crescendo irrefrenabile di musica e parole. Fino alla conclusione: un delicato omaggio all’autore di Crêuza de mä e Bocca di rosa, l’intramontabile Fabrizio De Andrè - straordinario punto di riferimento per la canzone d’autore in Italia e modello anche per Capossela stesso.

Durata: 1h e 15’


Born in the U.S.A.

(WORKSHOP)

Con i docenti di altreArti JAM si va alla scoperta della figura di Bruce Springsteen attraverso la storia e le storie che si nascondono dietro le canzoni, le parole e i suoni dell’album più celebre e più venduto del singer songwriter di Freehold, New Jersey: Born in the U.S.A., la cui titletrack - grazie al successo planetario che ottenne all’epoca della sua pubblicazione, il lontano giugno del 1984 - resta ancora oggi uno degli inni antimilitaristi più conosciuti (e attuali) di sempre. Un workshop per bambini sulla musica del Boss, ma al tempo stesso un vero e proprio incontro di storia del Rock interattivo, capace di coinvolgere ed entusiasmare anche gli adulti.

Durata: 1h e 15’


Dark Was The Night

(WORKSHOP)

Blues e gospel, musica sacra e musica profana si incontrano in questo workshop dedicato interamente alle canzoni e alla voce di uno dei più grandi interpreti della tradizione afroamericana del ‘900: Blind Willie Johnson. Chitarrista dalla sopraffina tecnica slide, originario del Texas e cieco fin da piccolissimo, l’autore di capolavori come It’s nobody’s Fault But Mine, Trouble Will Soon Be Over e Dark Was The Night - Cold Was The Ground, in gioventù viveva di musica suonando agli angoli delle strade. Il suo nome è oggi noto in tutto il mondo e la sua influenza ha avuto un’eco significativa per innumerevoli artisti, da Eric Clapton ai Led Zeppelin fino a Tom Waits. Ha detto di lui il cantante statunitense Country Joe McDonald: “È un lampo dal passato, la tradizione che vive”.

Durata: 1h e 15’


Prima rassegna di Musica Bambina

(FESTIVAL)

“La prima rassegna della Musica Bambina” propone una nuova concezione di festival musicale. Un festival diverso con concerti a misura di bambino, in cui il palco si “abbassa” per far suonare i musicisti su un altro livello. Imparare la musica non significa solo approcciarsi allo studio di uno strumento musicale, ma apprendere ad ascoltare, a suonare insieme, ad apprezzare quello che si fa e quello che fanno gli altri.

Sulla “musica bambina” Che cos’è la “musica bambina”? Si fa prima a dire quello che non è: non è musica per bambini (salvo rare eccezioni, la “musica per bambini” è perlopiù fatta di canzoncine stupide). Non è la musica che i bambini imparano a scuola. È – anche – musica fatta dai bambini, ma non ha una componente necessariamente anagrafica. È un modo di fare musica, non un repertorio. È anche un modo di pensare e ascoltare la musica, è la capacità di gioire e stupirsi, di mettersi in gioco e provare, di essere - pubblico e musicisti - “bambini permanenti”, indipendentemente dall’età.

“La prima rassegna di Musica Bambina” ha debuttato ufficialmente nel maggio 2016 in collaborazione con i comuni di San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Castiglione Torinese e Gassino Torinese, e proseguirà nel 2017 con una nuova edizione e nuovi partner.


PRINCIPALI COLLABORAZIONI E INTERVENTI

  • La festa della musica, Torino.
  • Torino Jazz Festival, Torino.
  • Circolo dei Lettori, Torino.
  • Fondazione Piazza dei Mestieri, Torino.
  • SaFa (istituto scolastico Sacra Famiglia), Torino.
  • ZAC! (Zone Attive di Cittadinanza), Ivrea.
  • Cooperativa “Noi e gli Altri”, Aosta.
  • Fondazione ECM (Biblioteca Civica Multimediale Archimede), Settimo Torinese.
  • MAG (Scuola Internazionale Maria Ausiliatrice), Giaveno.
  • Comuni di San Mauro T.se, Settimo T.se, Castiglione T.se, Gassino T.se, Torino.